L’associazione


“Italia Nostra – Sezione di Salerno” ed il progetto “Italia Nostra x Laviano”


Il progetto “Italia Nostra x Laviano”

L'Amministrazione Comunale di Laviano ha affidato all’Associazione “Italia Nostra - Sezione di Salerno” la gestione del Castelloe del ponte tibetano. Per il fortilizio, luogo identitario del paese e principale testimonianza superstite al sisma del 1980, è così stato possibile garantire l'apertura gratuita al pubblico fin dal 2009 (cioè dalla conclusione formale dei lavori di restauro), arricchendola con varie iniziative: spettacoli, mostre, cineforum, presentazione di libri ecc.. La successiva realizzazione del ponte tibetano, inaugurato nel 2015, ha certamente contribuito a dare al paese una notorietà finalmente disgiunta dalla tragedia del terremoto del 1980, ma ha anche determinato la necessità di strutturare adeguatamente l'accoglienza dei visitatori.
 
Insieme ad un gruppo di giovani lavianesi, che condividono gli obiettivi dell'Associazione, da alcuni anni si è, perciò, ideato il progetto "Italia Nostra X Laviano" mirato a favorire la riappropriazione della memoria storica del paese, a valorizzarele sue risorse culturali "superstiti", insieme a quelle naturalistico-paesaggistiche, ovvero ad attivare su tali tematiche la formazione dei giovani. Da sempre Italia Nostra è, infatti, convinta che solo cosa si conosce si può realmente tutelare e qualificare. L'Associazione è quindi impegnata nella gestione del Castello e del ponte tibetano (ora indubbiamente correlati e complementari) promuovendo varie iniziative culturali e curando direttamente, per quanto possibile, la manutenzione del Complesso fortificato e dei percorsi contigui, così da migliorare sia l'utilizzo (ampliandone le potenzialità di offerta e di attrazione) sia la fruizione degli stessi beni e del relativo ambito territoriale. Con il contributo minimo richiesto, esclusivamente per l'attraversamento assistito del ponte tibetano, si dà un rimborso spese per i giovani volontari, che si dedicano all'accoglienza ed alle visite guidate,  e si sostengono le opere necessarie alla piccola manutenzione, alla ricettività edall'attuazione delle diverse iniziative in programma.   L'affluenza di persone dal 2015 è stata, e continua ad essere, molto elevata: varie migliaia vi visitatori sono passate sul ponte ed in un numero ben maggiore hanno visitato il Castello apprezzandone il valore storico-architettonico. Ciò ha anche rappresentato una svolta per tutto Laviano, che mai aveva ospitato tante persone desiderose di conoscerne le risorse culturali e naturalistico-ambientali del paese e del circondario: una situazione positiva e promettente da seguire con attenzione e lungimiranza affinché l'attrattiva del luogo non svanisca rapidamente e le attività ad essa connesse costituiscano un volano per dare un futuro alle aree interne.  

Con il progetto "Italia Nostra X Laviano" si vuole implementare la curiosità verso questa zona e l'offerta delle attrazioni per favorire concretamente attività coerenti con la valorizzazione del territorio, reale opportunità di lavoro per la gioventù locale. L'Associazione, infatti, nel curare la gestione del Castello e del ponte tibetano, attività di per sé già molto impegnativa trattandosi di una fase di sperimentazione di un modello del tutto nuovo quanto originale, sta nei fatti sostenendo i giovani lavianesi (fino ad ora oltre una settantina) che si sono coinvolti in questa iniziativa  di salvaguardia dei beni culturali e del paesaggio del proprio paese, ma anche di promozione di uno sviluppo ecosostenibile nell'impegno di costruire corrette relazioni con un'utenza sempre più aperta ed estesa a livello territoriale. Inoltre, sempre per favorire l'interesse comune, sono in corso contatti per costruire relazioni con altre iniziative con l'obiettivo di "fare rete" con le diverse realtà culturali e/o naturalistiche ubicate nei paesi limitrofi.
  La bellezza che fa sviluppo grazie alla cultura ed alla promozione delle risorse specifiche del luogo, intese come beni comuni, può salvare anche Laviano!  
Responsabile Scientifico del progetto "Italia Nostra X Laviano": Nora Sciré   Recapiti:castellolaviano.sa@gmail.com o info@lavianonostra.it Cellulare: +39 3393191131 Facebook: pontetibetanoitalianostraperlaviano www.lavianonostra.it

“Italia Nostra – Sezione di Salerno”


L'Associazione nazionale “Italia Nostra” è stata fondata a Roma il 29 ottobre 1955 per dare sostanza all'art. 9 della Costituzione, in cui si afferma che la Repubblica tutela il patrimonio storico, artistico e naturale della Nazione. I beni culturali, il paesaggio, l'evoluzione naturale e storia dei luoghi, i centri storici, la pianificazione urbanistica, l'ambiente, il territorio, la questione energetica, il modello di sviluppo del Paese o di rinascita dopo le catastrofi (terremoti, alluvioni, ecc.), l'inquinamento soprattutto degli impianti produttivi, l'agricoltura, il sistema dei musei: questi sono alcuni dei capitoli più importanti dell'attività capillare dell'Associazione. Le azioni condotte, a livello centrale e/o nelle sue realtà territoriali, spaziano da iniziative culturali ad azioni legali, da proposte di legge ad iniziative editoriali, da raccolte di firme a restauri e gestioni dirette di parchi e di beni culturali. Allo stesso tempo chiede alle Pubbliche Amministrazioni di investire risorse nella sicurezza del territorio, nella conservazione e tutela del patrimonio culturale (monumenti, centri storici), nel sostegno a musei, biblioteche, archivi e nelle relative risorse umane rafforzandone le competenze professionali.   La Sezione di Salerno, che nasce anche per impulso di Elena Croce, membro costituente di Italia Nostra, è già attiva all'inizio degli anni '60.
Da allora, attraverso studi e battaglie di valenza nazionale ( basti citare la vicenda del complesso alberghiero“Fuenti”, le iniziative per salvare il patrimonio storico e la memoria degli abitati dopo il sisma del 1980, gli studi sui terrazzamenti della Costiera Amalfitana...) ha coerentemente perseguito gli obiettivi statutari con l'impegno rigorosamente volontario dei suoi soci, testimoniando che il  compito di Italia Nostra non si esaurisce nel salvare dall'abbandono e dal degrado il patrimonio storico-architettonico, le bellezze naturali o paesaggistiche.
L'Associazione persegue un nuovo modello di società, fondata sulla valorizzazione dell'inestimabile patrimonio culturale e naturale italiano, capace di fornire risposte in termini di qualità del vivere e di occupazione.
  Le principali battaglie da sempre portate avanti sono rivolte a:
  • salvaguardare i centri ed i nuclei storici;
  • salvare l'Italia mangiata dal costante consumo di suolo;
  • tutelare, proteggere ed operare la manutenzione del territorio;
  • educare al patrimonio culturale e naturalistico-ambientale;
  • educare al risparmio energetico.

  Questi restano gli obiettivi della sezione di Salerno.  
Italia Nostra Salerno
Consiglio Direttivo:
Raffaella Di Leo   presidente e tesoriera
Felice Bottiglieri. vicepresidente
Maria Rosaria Mari.  segretaria
Angela Ruocco   consigliera con delega all'educazione
Chiara Brancaccio   consigliera con delega all'ambiente
 
Indirizzo: Vicolo Cassavecchia, 9.  -  84121 Salerno
tel/fax  089 227782
e-mail  italianostrasalerno@gmail.com
IBAN  IT 70 O 03075 02200 CC8500189754